manifattura

/%1$s al %2$s manifattura

Dove va l’industria italiana. Il rapporto 2019 di Confindustria

2019-06-18T12:04:02+02:0018 Giugno 2019|Value 4 Manager|

La manifattura mondiale sta uscendo da una lunga fase di sviluppo, avvenuta nel segno della globalizzazione. Il tramonto di questa fase, che aveva visto affermarsi a livello mondiale una visione multilaterale degli scambi internazionali e una progressiva liberalizzazione dei mercati, apre un orizzonte nuovo, e pone le economie industriali (antiche e recenti) di fronte a percorsi inediti. L’Italia si trova di fronte a un contesto fortemente mutato, in cui il sostegno garantito fin qui dalla domanda internazionale rischia di ridimensionarsi, riproponendo la questione irrisolta di un mercato interno strutturalmente debole. Spicca in questo quadro la persistente debolezza della domanda di investimento, fortemente penalizzata dal crollo della componente pubblica dedicata alle infrastrutture. Ma la stessa componente privata – pure sostenuta dalle politiche di incentivazione alla trasformazione della manifattura in chiave 4.0 – risente a sua volta del clima di [...]

Alla manifattura italiana serve ossigeno globale

2019-05-30T17:14:44+02:0030 Maggio 2019|Value 4 Manager|

Piero Macrì ***** Nel 2018 la Germania si è confermata il partner commerciale più importante dell’Italia con un volume di interscambio di 128,4 miliardi di euro (+5,4% rispetto al 2017). Se in termini complessivi la dinamica è positiva, quello che preoccupa è la capacità del nostro Paese di competere su mercati extra UE. Emerge infatti con grande evidenza che, pur in presenza di un mercato globale in espansione, la composizione del nostro export è rimasta nel tempo sostanzialmente uguale a sé stessa: l’Europa continua ad essere il principale punto di approdo del nostro export, con un valore nell’ordine del 38% e una fortissima concentrazione verso Germania (12,5%) e Francia (10,5%). Di contro, il corrispettivo tedesco è del 26% con una partecipazione globale in costante crescita. La Cina, minaccia od opportunità? Un cambiamento, quello della Germania, che si è [...]

Il cambiamento come presente progressivo

2019-02-01T16:48:09+02:005 Ottobre 2018|Value 4 Manager|

Appare sempre più evidente che i risultati economici tendono ad affermarsi in quelle realtà dove più forte è la propensione al cambiamento. Un qualcosa, il cambiamento, che non si può improvvisare, che non può essere una via di fuga o un semplice escamotage, ma che deve essere inteso come parte integrante della cultura aziendale ovvero diventare un present continuos tense.

Federmacchine, nel 2017 il comparto cresce di quasi il 10%

2019-02-01T16:48:10+02:0023 Luglio 2018|Value 4 Manager|

Più che positivo il conto economico dell’industria italiana costruttrice di beni strumentali nel corso del 2017. Secondo i dati di consuntivo presentati da Federmacchine il fatturato delle 5.150 imprese appartenenti ai tredici comparti dell'associazione ha raggiunto nell’anno i 46,6 miliardi di euro, mettendo a segno un incremento del 9,7% rispetto all’anno precedente, stabilendo così un nuovo massimo storico equivalente al 2,7% del prodotto interno lorodo.