Mind Up – Mappe Mentali e Concettuali

Organizzare e sviluppare contenuti, esporre idee, innovazione e cambiamento, prendere decisioni, preparare e condurre riunioni, strutturare e gestire presentazioni di lavoro, sviluppo vendite, comunicare e comprendere. Un unico strumento che facilita un approcio strutturato e organizzato che utilizza le nostre capacità cognitive.

Ideate dallo Psicologo inglese Tony Buzan intorno al 1969, sono forme di rappresentazione grafica-interconnessa del pensiero, della conoscenza, di percorsi attuativi mediante associazioni. Ciò in sintonia con la naturale predisposizione della mente umana a ragionare per immagini e ad associare dati per ottenerne informazioni, strutturare percorsi e prendere decisioni.

Per aumentare la produttività individuale e di Team è necessario mettere in atto un percorso orientato al cambiamento in cui la formazione gioca un ruolo fondamentale. Vanno quindi studiate, metabolizzate e messe in atto – sia singolarmente sia a livello di Team – metodologie in grado di consentire una buona capacità, a tutti il livelli, di pianificazione e monitoraggio delle operazioni.

Un risultato che si raggiunge grazie allo sviluppo di una metodologia strutturata e multilivello atta alla (ri)definizione delle priorità, alla presa di decisioni, alla comunicazione efficace verbale e scritta, basata sulla modellizzazione delle cose da fare e dei percorsi per raggiungere gli obiettivi secondo una tempistica ed una qualità definite. Consapevolezza di sé, autostima, assertività, si acquisiscono attraverso un percorso che conduce alla conoscenza della propria Mappa Mentale.

La risposta a queste esigenze viene fornita dall’adozione delle Mappe Mentali, strumento che inserito nella cultura d’Azienda fornisce risultati estremamente interessanti. L’utilizzo del modello proprietario Mind up (basato sulla metodologia delle Mappe Mentali) semplifica la condivisione di obiettivi, la definizione della struttura dei corsi e dei percorsi di formazione, nonché l’introduzione degli argomenti chiave su cui costruire la personalizzazione.

OBIETTIVI

  • Acquisire conoscenze su questo strumento, particolarmente efficace per la generazione e la rappresentazione delle idee e del pensiero
  • Come leggere, elaborare, interpretare una Mappa
  • Aumentare la creatività del singolo e del team di lavoro e/o di studio
  • Aumentare l’efficacia della comunicazione interna
  • Aumentare la capacità di analisi e soluzione dei problemi
  • Aumentare la qualità dei risultati del lavoro del singolo e del team
  • Sviluppare e facilitare la cultura della diffusione di conoscenza e del confronto
  • Acquisire conoscenze sulle potenzialità delle Mappe Mentali nella pianificazione, programmazione ed organizzazione del lavoro

CONTENUTI 2 GIORNATE (corso standard)

  • Le informazioni: ricezione, codifica, memorizzazione, apprendimento
  • Mappe Mentali: teoria, definizioni e tipologia
  • Pensiero creativo e pensiero laterale (Radiant Thinking)
  • Come leggere una Mappa e come interpretarla
  • Finalità e campi di applicazione
  • Introduzione agli strumenti informatici: software di appoggio
  • Mappe Mentali in pratica esempi ed esercizi Strutturazione delle Informazioni:
– Strutturazione degli obiettivi
– Prendere Appunti
– Gestione delle Riunioni
  • Modellazione delle attività:
– Pianificazione
– Progettazione
  • Mappe Mentali a supporto della generazione di contenuti:
– Relazioni
– Presentazioni
– Esercizi pratici sviluppati in tutto l’arco delle 2 giornate

Il corso è tenuto da docenti Senior che hanno maturato una specifica conoscenza (N.B.usano) delle mappe mentali. Il corso standard fonisce tutti gli elementi a supporto di un utilizzo personale ed in azienda. Il corso di Mappe Mentali si presta ad elevate personalizzazioni, in ragione delle figure professionali, dei ruoli e degli ambienti collaborativi. Si riserva quindi la definizione degli specifici contenuti, in virtù degli obiettivi/ambienti delle singole aziende interessate.

Le Organizzazioni ed i singoli individui che intendono operare in maniera più “produttiva” debbono mettere in atto un percorso, orientato al cambiamento, in cui la formazione gioca un ruolo fondamentale. Vanno quindi studiate, metabolizzate e messe in atto – sia singolarmente sia a livello di Team – metodologie in grado di consentire una buona capacità, a tutti il livelli, di pianificazione e monitoraggio delle operazioni. Un risultato che si raggiunge grazie allo sviluppo di una metodologia strutturata e multilivello, atta alla (ri)definizione delle priorità, alla presa di decisioni, alla comunicazione efficace verbale e scritta, basata sulla modellizzazione delle cose da fare e dei percorsi, per raggiungere gli obiettivi secondo una tempistica ed una qualità definite.

Consapevolezza di sé, autostima, assertività, si acquisiscono attraverso un percorso che conduce alla conoscenza della propria Mappa Mentale, per giungere alla comprensione dei riferimenti, interpretazioni, decodifica delle informazioni da parte dell’interlocutore, alla comprensione, quindi, della sua Mappa. Attraverso questo processo si potenziano le capacità di comunicare in modo efficace e di entrare in relazione con l’altro.

Le ultime notizie da Value4Manager

 

IBE 2018, la progettazione del valore nell’era digitale

Appuntamento a IBE 2018. Vieni a scoprire il nuovo Cocktail 4.0 per la progettazione del valore nell’era digitale! Modelli di business, Digital Twin, Cloud, IoT, Progettazione, PLM, ambienti collaborativi, Industry 4.0, Automazione. Le nuove fondamenta per una rinnovata competitività in un mercato sempre più globale e complesso. IBE 2018, un’opportunità unica per riflettere sui nuovi modelli d’impresa

I decimali contano, ma i 5 Fondamentali ancora di più

Processi, Misurabilità, Integrazione, Cambiamento e Collaborazione. Sono queste le priorità attorno alle quali costruire un percorso di sostenibilità futura e rinnovata competitività nell’ambito di un mercato caratterizzato da una sempre più accelerata trasformazione digitale.

IoT, Internet ed economia digitale

L’evoluzione della tecnologia wireless, la disponibilità di dispositivi mobili e la possibilità di rendere smart, intelligenti e connessi oggetti di ogni ordine e grado così come persone, vedi il crescente progresso della tecnologia wearable, attraverso sensori e chip embedded, con la seguente disponibilità di dati, è la premessa per l’acquisizione di nuovi dati e informazioni. E’ l’internet delle cose o l’internet of everything, l’ennesimo salto evolutivo di Internet che configura la possibilità di realizzare un’economia digitale, che supera di gran lunga i confini della dimensione di rete attuale.

Il cambiamento come presente progressivo

Appare sempre più evidente che i risultati economici tendono ad affermarsi in quelle realtà dove più forte è la propensione al cambiamento. Un qualcosa, il cambiamento, che non si può improvvisare, che non può essere una via di fuga o un semplice escamotage, ma che deve essere inteso come parte integrante della cultura aziendale ovvero diventare un present continuos tense.

Hai un’esigenza? Confrontiamoci!

Per maggiori approfondimenti chiedete un contatto diretto compilando il form di richiesta.

Contattaci! Senza perdite di tempo

Compila la richiesta di contatto per una conversazione telefonica o un incontro di approfondimento delle tue tematiche di interesse.

Pentaconsulting si trova a Milano, a due passi dalla stazione Centrale, fermata Caiazzo della linea Metropolitana.

 

4 + 3 =