Sviluppo Management

1 – Project Management: dal problema all’opportunità – Il corso fornisce skill e strumenti per raggiungere obiettivi prefissati con il potenziamento delle capacità di definire, pianificare, progettare, monitorare e concludere con successo progetti complessi. Il modello proprietario Mind up, che si basa sulle Mappe Mentali, aiuta al raggiungimento dell’esposizione chiara della parte teorica del processo e approfondisce le metodologie del Project Management.
L’insieme di conoscenze e prassi operative finalizzate alla gestione sistemica di un complesso di attività per il raggiungimento di obiettivi prefissati è parte integrante della cultura manageriale.
La FSC (formazione sul campo) rende i partecipanti protagonisti nell’elaborazione di soluzioni concrete applicabili nella realtà analizzata.

Obiettivi:

  • Acquisire conoscenze relative a pianificazione e progettazione per il raggiungimento di obiettivi e risultati.
  • Definire correttamente gli obiettivi.
  • Acquisire strumenti e metodi per poter realizzare progetti al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati.
  • Aumentare la capacità di pianificazione e di valutazione anticipata dei rischi e delle criticità.
  • Aumentare le capacità di elaborare, gestire e condurre un progetto, nei suoi aspetti sia di contenuto sia di processo.
  • Sviluppare capacità di Problem Solving e Decision Making.
  • Sviluppare capacità di coinvolgimento e di trasferimento delle informazioni.

 

2 – La funzione di direzione del nuovo Management –  Dalla struttura al cambiamento, dall’analisi ai piani di miglioramento. Il Valore percepito dal mercato può essere aumentato, le competenze in tema di organizzazione e leadership diventano fondamentali per gestire obiettivi e risultati e per ottimizzare il lavoro di tutti gli attori.
La conoscenza della propria realtà è il momento principe di un percorso di crescita volto al cambiamento, inteso come opportunità di innovazione.
Un buon Manager deve raggiungere risultati, deve generare e trasferire valore attraverso scelte strategiche tempestive e capacità operative che consentano di realizzare prodotti e servizi in tempi stretti e con una qualità riconosciuta eccellente dagli utenti. Deve saper cogliere la direzione dei cambiamenti ed agire in anticipo per realizzare innovazioni in modo rapido e per adattare al cambiamento richiesto le risorse a disposizione.
Parte del corso è strutturata con metodologia di FSC (formazione sul campo) per rendere i partecipanti protagonisti nell’elaborazione di soluzioni concrete applicabili nella realtà analizzata e i risultati che si apprezzano sono legati all’utilizzo del modello proprietario Mind up che applica lo strumento delle Mappe Mentali alla formazione e ai contenuti proposti.

Obiettivi:

  • Analizzare la realtà organizzativa.
  • Fare diagnosi organizzativa.
  • Imparare ad intervenire sulle aree di miglioramento.
  • Potenziare le capacità di gestione.
  • Arricchire le capacità di leadership.
  • Potenziare la capacità di prevenire e gestire le criticità.
  • Aumentare le capacità comunicative e di gestione dei conflitti.
  • Imparare a confrontarsi con il caos.

 

3 – La gestione delle risorse umane per il nuovo management – Un buon Manager deve raggiungere risultati, deve generare e trasferire valore attraverso scelte strategiche tempestive e deve possedere capacità operative che consentano di realizzare prodotti e servizi in tempi stretti e con una qualità riconosciuta eccellente dagli utenti. Deve saper cogliere la direzione dei cambiamenti ed agire in anticipo per realizzare innovazioni in modo rapido e per adattare al cambiamento richiesto le risorse a disposizione.
Le aziende sono portate ad investire in nuovi strumenti e tecnologie ma, tenendo in considerazione la velocità a cui si muove l’innovazione e il fatto che gli stessi strumenti possano essere adottati da concorrenti, gli investimenti sono destinati a fornire un vantaggio reale nel breve periodo. Perché questi benefici possano insediarsi nel lungo periodo, l’azienda deve trovare risposta nella componente umana e nella sua capacità di operare come gruppo compatto, tenace e rivolto al raggiungimento degli obiettivi.
La facilitazione al cambiamento produce iniziativa, passione e creatività, elementi critici per il successo delle organizzazioni. L’azienda che riconosce le potenzialità ed il giusto valore del capitale sociale umano è una azienda proiettata nel lungo periodo.
Parte del corso è strutturata con metodologia di FSC (formazione sul campo) per rendere i partecipanti protagonisti nell’elaborazione di soluzioni concrete applicabili nella realtà analizzata e i risultati che si apprezzano sono legati all’utilizzo del modello proprietario Mind up che applica lo strumento delle Mappe Mentali alla formazione e ai contenuti proposti.

Contenuti:

  • Il comportamento organizzativo.
  • La cultura d’Azienda.
  • Benessere organizzativo o Stress lavoro-correlato?
  • La comunicazione e le capacità relazionali.
  • Gestire le persone in Azienda.
  • La motivazione (motivarsi e motivare).
  • La comunicazione assertiva e la leadership: coinvolgere, motivare.
  • La gestione dell’imprevisto, del problema, dell’errore.
  • Il processo decisionale.
  • Il ruolo, le competenze e i bisogni.
  • Creazione e sviluppo di Team vincenti – Il conflitto come risorsa.
  • La gestione delle riunioni e del tempo.
  • I piani di formazione: dalle competenze ai bisogni formativi e ritorno.
  • Il sistema di valutazione e lo sviluppo professionale.

 

4 – Il sistema di valutazione delle prestazioni – La valorizzazione delle risorse umane in azienda è la premessa per molte politiche di gestione del personale. La valutazione del lavoro è un metodo di ottimizzazione del capitale intellettuale che deve essere gestito in modo da incrementare le prestazioni, la qualità del lavoro e il benessere aziendale.
Una valutazione ben strutturata soddisfa le esigenze di equità e sicurezza che derivano dal sapere come viene percepito il proprio lavoro e quali sono i punti di forza e miglioramento.
La valutazione è rivolta anche alle posizioni organizzative e ai ruoli, il che può facilitare il processo di inserimento del nuovo personale.
Il processo di valutazione stimola la motivazione e il confronto costruttivo con i dipendenti; prevede infatti feedback informali e colloqui intermedi prima della verifica finale. I partecipanti sono coinvolti con la metodologia FSC (formazione sul campo) e i risultati sono apprezzabili grazie all’utilizzo del modello proprietario Mind up che applica lo strumento delle Mappe Mentali.

Obiettivi:

  • Migliorare le prestazioni orientandole verso una sempre migliore partecipazione dei singoli al raggiungimento degli obiettivi dell’organizzazione.
  • Censire il potenziale umano e le competenze detenute in funzione delle attività e dei servizi erogati.
  • Valorizzare al meglio le risorse umane, facendo emergere sia le esigenze e le condizioni per un miglior impiego del personale, sia le eventuali esigenze ed opportunità di informazione.
  • Orientare i comportamenti organizzativi verso obiettivi prevalenti o modalità nuove di lavoro.
  • Definire occasioni formalizzate di scambio di informazioni e valutazioni sulle condizioni di lavoro.
  • Favorire la crescita professionale delle persone.
  • Favorire la loro responsabilizzazione nel raggiungimento degli obiettivi di qualità del servizio.
  • Acquisire il metodo come prassi consolidata per lo sviluppo delle risorse umane.

 

METODOLOGIA – I corsi sono erogati sia in modalità multi-aziendale (a calendario), sia presso le singole aziende. In quest’ultimo caso è possibile elaborare una personalizzazione diretta a migliorare efficacia e benefici per la singola realtà aziendale. L’elemento chiave del processo formativo è legato ad un coinvolgimento ed una responsabilizzazione di tutto il gruppo sul proprio sviluppo ed apprendimento. L’apprendimento collettivo, anziché solo individuale, comporta la produzione di risultati concreti per tutta l’organizzazione. L’utilizzo del modello proprietario Mind up semplifica la condivisione di obiettivi, la definizione della struttura dei corsi e dei percorsi di formazione, nonché l’introduzione degli argomenti chiave su cui costruire la personalizzazione. E’elemento cardine della tipologia di formazione proposta, in quanto consente un apprendimento semplificato, una memorizzazione efficace ed un risultato concreto al termine del percorso che consente di operare in modo immediato. Ogni corso prevede la distribuzione di materiale didattico e fasi di esercitazione in aula, fuori aula o sul campo. L’efficacia dell’iniziativa è provata dal successo delle precedenti edizioni. I numerosi feedback positivi dei partecipanti e delle organizzazioni di appartenenza hanno inoltre suggerito l’arricchimento dell’offerta formativa e facilitato la definizione di uno schema di indicatori di performance condiviso Azienda-collaboratori. I percorsi di formazione possono essere preceduti da una fase di Assessment e seguiti da un percorso di Empowerment, di crescita personale e conquista della consapevolezza di sé e del proprio valore attraverso Coaching individuale, Team Coaching, Counseling.

Le ultime notizie da Value4Manager

EICMA 2018, SPAZIO AL SORRISO CON LA MOTOTERAPIA

La moto dona il sorriso, non solo agli appassionati. E’ questo il messaggio del progetto di mototerapia Moto e Musica Senza Barriere targato Vanni Oddera, presentato nel corso della 76° Edizione dell’Esposizione Internazionale Ciclo, Motociclo e Accessori (EICMA), in programma fino a domenica 11 novembre a Fiera Milano-Rho.

IBE 2018, la progettazione del valore nell’era digitale

Appuntamento a IBE 2018. Vieni a scoprire il nuovo Cocktail 4.0 per la progettazione del valore nell’era digitale! Modelli di business, Digital Twin, Cloud, IoT, Progettazione, PLM, ambienti collaborativi, Industry 4.0, Automazione. Le nuove fondamenta per una rinnovata competitività in un mercato sempre più globale e complesso. IBE 2018, un’opportunità unica per riflettere sui nuovi modelli d’impresa

I decimali contano, ma i 5 Fondamentali ancora di più

Processi, Misurabilità, Integrazione, Cambiamento e Collaborazione. Sono queste le priorità attorno alle quali costruire un percorso di sostenibilità futura e rinnovata competitività nell’ambito di un mercato caratterizzato da una sempre più accelerata trasformazione digitale.

IoT, Internet ed economia digitale

L’evoluzione della tecnologia wireless, la disponibilità di dispositivi mobili e la possibilità di rendere smart, intelligenti e connessi oggetti di ogni ordine e grado così come persone, vedi il crescente progresso della tecnologia wearable, attraverso sensori e chip embedded, con la seguente disponibilità di dati, è la premessa per l’acquisizione di nuovi dati e informazioni. E’ l’internet delle cose o l’internet of everything, l’ennesimo salto evolutivo di Internet che configura la possibilità di realizzare un’economia digitale, che supera di gran lunga i confini della dimensione di rete attuale.

Hai un’esigenza? Confrontiamoci! Per maggiori approfondimenti chiedete un contatto diretto compilando il form di richiesta.

Contattaci! Senza perdite di tempo

Compila la richiesta di contatto per una conversazione telefonica o un incontro di approfondimento delle tue tematiche di interesse. Pentaconsulting si trova a Milano, a due passi dalla stazione Centrale, fermata Caiazzo della linea Metropolitana.

10 + 13 =