UA-89341584-1 EventImpresa – pentaconsulting

Prossimi Eventi

IBE 2017

TEMA DELL’INCONTRO

Le Aziende che intendono competere con successo in un contesto fortemente competitivo hanno un unica strada da percorrere: innovare, e con continuità. Ma Innovare come? Su quali elementi appoggiarsi per attivare il processo? Con quale logica? Quali impatti prevedere?

L’Industry Big Event (IBE), si è sempre focalizzato su questi temi. In questa quarta edizione intende definire gli scenari e le relative condizioni al contorno, ed indicare percorsi che possano portare a delineare una strategia di successo. L’ elemento di continuità rimane sempre il cambiamento nei suoi aspetti culturali e strutturali assolutamente essenziali ed operativi, per continuare a competere con successo.

Il Cambiamento è uno stato strutturale in cui operare. E’ la concretezza che deve guidare strategie ed implementazione. Una volta si pensava che dovesse rappresentare i prodotti, poi i processi, poi le persone.

L’edizione IBE di quest’anno si focalizza sul modello di business in relazione a cambiamenti epocali (esempio l’uso verso il possesso, l’integrazione delle tecnologie) che sono una tendenza acclarata che necessita di continuare a comprendere ma sopratutto una continua opera nel quotidiano della vita lavorativa delle aziende.

– Leggi di più –


A CHI È RIVOLTO

Management, a chi è responsabile/coinvolto nel NPD (New Products Development), a chi è responsabile delle strategie di evoluzione dell’Azienda. In sintesi chi deve PRIMA vedere, poi definire e capire a fondo il PROBLEMA nel suo CONTESTO.


AGENDA PRELIMINARE

09.00 Registrazione partecipanti e welcome coffee

09.20 Benvenuto e apertura lavori – PoliHUB 

 9.40 Il percorso IBE 2014/2017 – Pentaconsulting

10.00 Dove eravamo rimasti – Politecnico di Milano

10.20 Microsoft Digital Transformation: the ecosystem for Manufacturing 4.0 and IoT solutions  Microsoft

10.40 Risultati studio di mercato manifatturiero italiano – Deloitte

11.00 SmartFab: oltre il meccatronico – Elettrotecnica Rold

11.20 Visual a supporto della gestione dei contenuti – GMDE

11.40 IoT: evoluzione e correzioni di rotta dopo 15 anni di applicazioni sul campo MR&D

12.00 Integrazione dati processi prodotti – Siemens PLM Software

12.20 Industria 4.0: tecnologie e prodotti abilitanti – Beckhoff Automation

12.40 Integrazione a supporto del modello di business – Alascom Services

13.00 Cosa c’è dietro l’angolo – OPDIPO: Opificio di Disegno Industriale Potenziale

13.30 Dibattito Interattivo

14.00 GMDE Business Lunch

15.00 Focus Group

16.00 Chiusura lavori

 


PERCHE’ PARTECIPARE ALLA QUARTA EDIZIONE DELL’INDUSTRY BIG EVENT:

Il modello di business come elemento pivot del cambiamento

Massimo Fucci, CEO Pentaconsulting: La capacità di competere esige la capacità di gestire efficacemente il cambiamento continuo. L’osservazione del cambiamento ci ha portato a comprendere che sempre più soluzioni, metodi, architetture e tecnologie abilitanti evolvono esponenzialmente; per essere efficaci devono essere figlie dell’evoluzione del modello di business impattando sulla cultura d’azienda. In quest’ottica, Pentaconsulting – da oltre 25 anni – sviluppa incontri tra e per le aziende con l’obiettivo di analizzare tendenze, soluzioni, metodi ed esperienze per comprendere la giusta direzione da perseguire e favorire l’adozione consapevole di strumenti e tecnologie nonchè la nascita di ambienti collaborativi (organizzazione, applicazioni, architetture) in grado di migliorare la capacità operativa delle aziende. La tappa di quest’anno del percorso IBE (Industry Big Event) si focalizza sul business model e sulla cultura del cambiamento come elementi cardine che devono sovrintendere a tutte le logiche organizzative e di prodotto. Un’opportunità unica per comprendere, condividere e riflettere su come affrontare la sfida dell’integrazione tra cultura, vision, business model e tecnologie abilitanti.


OPDIPO, Opificio di Disegno Industriale Potenziale – Evoluzione e Rinascimento

Marco Maiocchi –Docente di Disegno Industriale, Politecnico di Milano: Nei primi cinquant’anni del ‘900 gli economisti hanno definito l’imprenditore, esasperandone capacità organizzativa (Walras, 1900), assunzione di rischio (Knight, 1921), creatività (Schumpeter, 1911), capitale (Kalecki, 1954). In quei cinquant’anni le tecnologie e il loro uso nelle imprese hanno fatto passi da gigante. Nulla rispetto a quello che è successo nei cinquant’anni successivi, che, con la convergenza digitale, internet e la smaterializzazione di numerosi e rilevanti beni e servizi, hanno visto concentrazioni, e la nascita di dominanti colossi leader di mercato. Non illudiamoci di poter reggere con marketing, economie di scala, miglioramento di modelli organizzativi, innovazioni disponibili. Tra cinque anni ci saranno computer capaci di pensare come un uomo, e non sarà per renderlo libero, ma per arricchire l’impresa dominante. Non ci sono alternative: avere una visione chiara di scenari e cambiamenti, e puntare su un’impresa coraggiosamente “rinascimentale”. Per questo sono importanti il confronto e il dialogo: competenti e diversificati. Per questo è importante IBE 2017.


Rold, l’innovazione  SMART

Paolo Barbatelli – Chief Innovation Officer di Rold: Innovazione – prodotto e business. Ma con quale logica?  Come attivare il processo? Per consolidare il proprio successo in un contesto fortemente competitivo, le Aziende devono innovare grazie alle opportunità che l’Industria 4.0 offre. Come ha fatto una tipica PMI italiana, a conduzione familiare, con oltre 50 anni di storia, a trasformarsi in un’avanguardia digitale? Come può una società che ha sempre fabbricato componenti per elettrodomestici, iniziare a proporre soluzioni software? Rold, azienda manifatturiera del Milanese, produce in Italia ed esporta i suoi componenti in tutto il mondo, Cina compresa. Ecco la sua avventura di innovazione grazie alla collaborazione con Samsung, di cui è partner industriale in Europa, per lo sviluppo di applicazioni industriali di dispositivi “consumer”, a partire dagli smartwatch. Un programma congiunto che ha portato alla nascita di SmartFab, la soluzione per la fabbrica 4.0, oggi visitabile a Cerro Maggiore.


Mercati globali e interconnessi, spostano le priorità del prodotto al suo business model

Umberto Cugini – Politecnico di Milano: Non molti anni fa era certamente tutto più semplice e meno stressante nel mondo della progettazione industriale.  Negli uffici tecnici che si occupavano di progettazione di macchine e poi di sistemi, specie se il mercato era quello che oggi viene definito come B2B, “bastava” monitorare l’evoluzione delle tecnologie di base relative a materiali, processi e tecnologie di produzione e procedure di calcolo e di sperimentazione e migliorare incrementalmente quanto già a catalogo, esaminando, quando del caso, eventuali prodotti concorrenti “nuovi” che apparivano a Fiere e Mostre di settore e reagire di conseguenza. Poi tutto è cambiato, e a velocità sempre crescente, costringendo a rincorse affannate per aggiornare metodi di calcolo, strumenti di simulazione e sperimentazione, per utilizzare nuovi materiali e nuovi processi produttivi, per aggiornare e/o recuperare nuove competenze e nuovi skill. Tutto questo spostando l’obiettivo e quindi la responsabilità del “progetto”. L’evoluzione ha portato la concezione e progettazione di macchine via via a sistemi, e poi a servizi. Quindi oggi e soprattutto domani, in un mercato globale sempre più interconnesso, multidisciplinare e orientato ad una continua innovazione, cosa si deve o si dovrà progettare? E chi ha la responsabilità globale del progetto? Il nuovo paradigma, evidenziato dagli esempi di successo più eclatanti, ci indica che quello che si deve progettare prima di tutto o essenzialmente è il business model. Ma come si può o si deve cambiare, in termini di organizzazione, metodi, strumenti e competenze, per arrivare a questa meta? IBE 2017 vuole affrontare ed approfondire questo tema dal punto di vista di tutti gli attori coinvolti ed alla luce di esperienze di successo.


Dal sensore al Cloud

Roberto Filipelli – Cloud & Enterprise Partner Development Director Microsoft Alps (IT-CH-AT): Industry 4.0, Manufacturing 4.0 e Smart Products – come affrontare opportunità e sfide ispirandosi ad aziende che hanno già intrapreso con successo questo percorso portando più efficenza all’interno del loro processo produttivo o implementando innovazione di prodotto, aumentandone il valore percepito dal mercato ed aprendo nuovi modelli di busienss a servizio. Microsoft, con l’aiuto dei sui partner, offre per questi scenari, una piattaforma completa, dal sensore al cloud, in grado di valorizzare i prodotti e gli asset, integrando device esistenti con soluzioni che possono essere personalizzate in base alle esigenze specifiche, favorendo l’individuazione di dati e informazioni che trasformano il business e portano alla luce nuove opportunità. Per i progetti Manufacturing 4.0, Microsoft offre Azure IoT Suite, una piattaforma aperta che grazie ad una serie di soluzioni preconfigurate è in grado ad esempio di migliorare la produttività e la redditività degli impianti, acquisire consapevolezza dei potenziali problemi prima che si verifichino, ottenere maggiore visibilità su device, raccogliendo e analizzando i dati in tempo reale.


Il numero di partecipanti è limitato da esigenze logistico-organizzative. La partecipazione all’evento – previa registrazione – è subordinata ad email di conferma da parte di EventImpresa.  – ISCRIVITI QUI –


Seguici su:
20
16 novembre 2017

Industry Big Event 2017: Innovazione, dal prodotto al modello di business – Via Giovanni Durando, 39 Milano

TEMA DELL’INCONTRO Le Aziende che intendono competere con successo in un contesto fortemente competitivo hanno un unica strada da percorrere: innovare, e con continuità. Ma Innovare […]
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial