La customer experience non deve avere confini

La customer experience non deve avere confini

I social network, i dispositivi mobile e gli oggetti intelligenti stanno cambiando profondamente i comportamenti, le abitudini e le aspettative del cliente. Per ottimizzare la customer experience bisogna superare l’approccio omnicanale.

 

La distribuzione dei servizi omnicanale è la soluzione più adottata dalle aziende per soddisfare il cliente. I consumi oggi si basano su informazioni, valutazioni, confronti e promozioni a cui si deve poter accedere da qualsiasi canale, fisico o virtuale.

L’azienda deve fornire dati giusti, al momento giusto, alla persona giusta, attraverso il canale giusto per una massima qualità e customer experience più coinvolgente possibile.

L’azienda deve focalizzarsi sulle trasformazioni strutturali e culturali; ad una dirompente digital disruption deve corrispondere una structural disruption: la strategia omnicanale deve creare nuovi servizi e favorire lo sviluppo di nuovi modelli di vendita.

Serve, oggi più che mai, un approccio che promuova la condivisione dell’innovazione e del valore tra i vari soggetti di una singola catena per favorire lo sviluppo di una visione completa delle richieste, delle preferenze e dei comportamenti dei clienti.

Serve una nuova strategia che consenta alle aziende di adattarsi continuamente ai cambiamenti del mercato per allinearsi alle esigenze della società.

 

 

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento, segui la nostra Redazione anche su Facebook, Twitter, Google+ o LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *