UA-89341584-1 Ridurre il debito: incrementare le privatizzazioni – pentaconsulting

Ridurre il debito: incrementare le privatizzazioni

Bnp Paribas investirà 3 miliardi per prepararsi alla disruption
16 febbraio 2017
Rialzo per la produzione: crescita inaspettata dell’Industria
23 febbraio 2017

Ridurre il debito: incrementare le privatizzazioni

Indispensabile, secondo il ministro dell’Economia, Padoan: la procedura Ue farebbe crescere la spesa, con aumento di entrate, accise comprese, ma senza colpire l’autotrasporto. Intimorisce una possibile procedura di infrazione.

Riaffiora il dilemma “debito pubblico”: la Commissione teme che il bilancio 2017 non proceda verso la riduzione del rapporto tra debito e Pil, Il rischio? Una procedura di infrazione.
«l’Italia evidenzia che il rispetto delle regole del debito viene assicurato anche in questa tornata» specifica Padoan. Al Senato il Ministro tacita l’allerta, causa spread oltre quota 200, stimando una riduzione del rapporto deficit-Pil al 2,1% e tra debito e Pil al 132,5%. Previste nuove privatizzazioni, da Poste Italiane a Fs. Nel 2016 la spesa per interessi è stata inferiore di 17 miliardi rispetto al 2012. Merito del quantitative easing assicurato dalla Bce. Ora il governo potrebbe varare le misure correttive prima di aprile, in anticipo sulla presentazione del Documento di economia e finanza: tagli alla spesa ed aumento di entrate, accise incluse, senza colpire l’autotrasporto, con un miliardo derivante dalla lotta all’evasione fiscale.
Altro tassello, un piano di riordino e ristrutturazione degli edifici pubblici: 1,4 miliardi su 130 interventi il piano espletato dall’Agenzia del demanio. A rinforzo: il rialzo del manifatturiero e del potere d’acquisto delle famiglie.

 

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento, segui la nostra Redazione anche su Facebook, Twitter, Google+ o LinkedIn

Seguici su:
20
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial